Nicolo Gebbia

Tutti figli di puttana

In Germania autorevoli esperti del 𝐷𝑁𝐴 hanno appena scoperto che il 5% della popolazione tedesca Γ¨ figlia di un padre diverso da quello ufficiale.
Gli scienziati perΓ² non ci hanno saputo dire quanti di questi padri putativi siano a conoscenza del fatto.
Vi ho giΓ  raccontato, a proposito della mia certezza circa l’innocenza di Bossetti in relazione all’omicidio di Yara Gambirasio (v. art. π‘Œπ‘Žπ‘Ÿπ‘Ž πΊπ‘Žπ‘šπ‘π‘–π‘Ÿπ‘Žπ‘ π‘–π‘œ: π΅π‘œπ‘ π‘ π‘’π‘‘π‘‘π‘– π‘π‘œπ‘šπ‘’ πΊπ‘–π‘Ÿπ‘œπ‘™π‘–π‘šπ‘œπ‘›π‘–?Β  che i miei colleghi del 𝑅𝐼𝑆, con una faccia tosta degna di miglior causa, quando stabilirono che il padre naturale dell’assassino era l’autista di una corriera famoso perchΓ© non la perdonava a nessuna delle sue passeggere, ne identificarono circa duecento e ad ognuna di loro posero questa domanda: “π‘†π‘–π‘”π‘›π‘œπ‘Ÿπ‘Ž, π‘ π‘–π‘π‘π‘œπ‘šπ‘’ π‘›π‘œπ‘‘π‘œπ‘Ÿπ‘–π‘Žπ‘šπ‘’π‘›π‘‘π‘’ 𝑖𝑛 π‘”π‘–π‘œπ‘£π‘’π‘›π‘‘π‘’Μ€ 𝑙𝑒𝑖 π‘’π‘Ÿπ‘Ž 𝑑𝑖 π‘šπ‘’π‘‘π‘Žπ‘›π‘‘π‘Ž π‘£π‘’π‘™π‘œπ‘π‘’, π‘π‘’π‘Ÿ π‘π‘œπ‘Ÿπ‘‘π‘’π‘ π‘–π‘Ž 𝑐𝑖 π‘π‘œπ‘›π‘ π‘’π‘›π‘‘π‘Ž 𝑒𝑛 π‘π‘Ÿπ‘’π‘™π‘–π‘’π‘£π‘œ 𝑑𝑖 π‘ π‘Žπ‘›π‘”π‘’π‘’”.
Oggi che siamo stati privati di ogni libertΓ  costituzionale da un ometto che nemmeno abbiamo eletto, quanto accaduto allora ci pare meno scandaloso. Ma oggettivamente avrei gradito che tutte quelle duecento signore avessero mandato a cacare i miei colleghi. Invece, forse inconsapevoli di essere cittadine e non suddite, hanno consentito al prelievo, finchΓ© quello specifico figlio di puttana che faceva comodo al 𝑅𝐼𝑆 non Γ¨ venuto fuori, ed anch’egli ha saputo che mamma e papΓ  avevano avuto una relazione quantomeno travagliata.
C’Γ¨ da dire che in Italia essere figli di puttana non sempre porta in galera, ma alle volte addirittura al Quirinale.
C’Γ¨ stato infatti uno dei nostri Presidenti della Repubblica la cui madre era la prostituta piΓΉ bella che prestasse servizio in un lussuoso lupanare di Capri, dove il padre del presidente, un po’ come nella commedia πΉπ‘–π‘™π‘œπ‘šπ‘’π‘›π‘Ž π‘€π‘Žπ‘Ÿπ‘‘π‘’π‘Ÿπ‘Žπ‘›π‘œ, la incontrΓ² prima come cliente e poi come fidanzato, finchΓ© non la portΓ² a casa, presentandola a papΓ  e mammΓ  come fosse stata una brava ragazza da marito da lui incontrata in Piemonte. Giletti ha perso di recente il papΓ , che pare fosse una brava persona, e questo mi induce a dubitare… .Stasera il grande giornalista si produrrΓ  nel suo ultimo π‘ β„Žπ‘œπ‘€ della stagione, perchΓ© poi, per il resto dell’estate e fino a settembre, ogni domenica andranno in onda solo le repliche dei suoi π‘ π‘π‘œπ‘œπ‘π‘  piΓΉ eclatanti.
Proprio oggi Antonio Di Pietro mi ha fatto sapere di avere ricevuto il mio ultimo giallo, πΆπ‘Žπ‘Ÿπ‘Žπ‘£π‘Žπ‘”π‘”π‘–π‘œ 𝑖𝑛 π‘ π‘Žπ‘™π‘œπ‘‘π‘‘π‘œ eΒ che intendeva leggerlo in treno mentre si recava a Roma. Nel libro Matteo Messina Denaro manda in Spagna l’unico gentiluomo che conosce, con l’incarico di appurare se la bambina avuta da una ragazza del luogo sia proprio figlia sua. Io comunque, convinto che Di Pietro a Roma fosse ospite del guitto, gliel’ho chiesto, e vi π‘ π‘π‘Ÿπ‘’π‘’π‘›π‘ β„Žπ‘œπ‘‘π‘‘π‘œ la sua risposta: “π‘π‘œ, π‘–π‘œ π‘‘π‘Ž 𝐺𝑖𝑙𝑒𝑑𝑑𝑖 𝑖𝑛 π‘žπ‘’π‘’π‘ π‘‘π‘œ π‘π‘’π‘Ÿπ‘–π‘œπ‘‘π‘œ π‘›π‘œπ‘› π‘£π‘Žπ‘‘π‘œ, π‘π‘’π‘Ÿπ‘β„Žπ‘’Μ π‘›π‘œπ‘› π‘π‘œπ‘›π‘‘π‘–π‘£π‘–π‘‘π‘œ 𝑙’π‘–π‘›π‘π‘™π‘–π‘›π‘Žπ‘§π‘–π‘œπ‘›π‘’ π‘’π‘›π‘–π‘™π‘Žπ‘‘π‘’π‘Ÿπ‘Žπ‘™π‘’ π‘β„Žπ‘’ π‘ π‘‘π‘Ž π‘‘π‘Žπ‘›π‘‘π‘œ π‘Žπ‘™π‘™π‘Ž π‘£π‘–π‘π‘’π‘›π‘‘π‘Ž π‘‘π‘’π‘™π‘™π‘Ž π‘ π‘π‘Žπ‘Ÿπ‘π‘’π‘Ÿπ‘Žπ‘§π‘–π‘œπ‘›π‘’ 𝑑𝑒𝑖 𝑝𝑒𝑛𝑑𝑖𝑑𝑖. π‘‚π‘£π‘£π‘–π‘Žπ‘šπ‘’π‘›π‘‘π‘’ 𝑙’β„Žπ‘œ π‘π‘’π‘Ÿπ‘’ π‘“π‘Žπ‘‘π‘‘π‘œ π‘ π‘Žπ‘π‘’π‘Ÿπ‘’ π‘Ž 𝑙𝑒𝑖”. Quando gli ho comunicato che mercoledΓ¬ prossimo il 𝑇𝐴𝑅 del Lazio esaminerΓ  il ricorso degli amministratori di Mezzojuso commissariati dalla prefettessa compagnuccia di merende di Giletti, Di Pietro mi ha risposto: “𝐼𝑛 π‘’π‘›π‘Ž π‘ π‘–π‘‘π‘’π‘Žπ‘§π‘–π‘œπ‘›π‘’ π‘›π‘œπ‘Ÿπ‘šπ‘Žπ‘™π‘’ π‘Žπ‘›π‘›π‘’π‘™π‘™π‘’π‘Ÿπ‘’π‘π‘π‘’π‘Ÿπ‘œ 𝑖𝑙 π‘π‘Ÿπ‘œπ‘£π‘£π‘’π‘‘π‘–π‘šπ‘’π‘›π‘‘π‘œ. π‘€π‘Ž 𝑖𝑛 π‘žπ‘’π‘’π‘ π‘‘π‘œ π‘π‘’π‘Ÿπ‘–π‘œπ‘‘π‘œ β„Žπ‘œ 𝑙’π‘–π‘šπ‘π‘Ÿπ‘’π‘ π‘ π‘–π‘œπ‘›π‘’ π‘β„Žπ‘’ π‘‘π‘’π‘‘π‘‘π‘Ž π‘™π‘Ž π‘šπ‘Žπ‘”π‘–π‘ π‘‘π‘Ÿπ‘Žπ‘‘π‘’π‘Ÿπ‘Ž 𝑠𝑖 π‘ π‘‘π‘–π‘Ž π‘–π‘›π‘“π‘Žπ‘Ÿπ‘π‘’π‘›π‘‘π‘œ 𝑑𝑖 π‘π‘Ÿπ‘’π‘”π‘–π‘’π‘‘π‘–π‘§π‘–”. Fatto sta che l’udienza di Termini Imerese per il processo contro quei tre poveri diavoli costretti dall’indagine π‘€π‘Žπ‘– 𝑝𝑖𝑒̀ π‘ π‘œπ‘™π‘’ a passare Natale e Capodanno in galera, Γ¨ stata rimandata a settembre, perchΓ© si devono ancora sbobinare tutte le intercettazioni telefoniche ed ambientali del brillante maresciallo Bellodi. E la mia impressione Γ¨ che anche a Roma si andrΓ  ad una ennesima procrastinazione.
FinchΓ©, di rinvio in rinvio, si arriverΓ  alle prossime elezioni amministrative, cosicchΓ© l’ingiustizia sarΓ  portata al suo estremo coronamento.
Arrivati a questo punto, mi Γ¨ venuto il sospetto, viste le percentuali tedesche, che anche nel caso delle sorelle Napoli ci siano ancora molti figli di puttana non identificati. Del resto chi Γ¨ senza peccato scagli la prima pietra, e ricordo a tutti l’orgoglio con cui Salvatore Giardina esibisce il suo profilo borbonico, dichiarando che nelle cinque famiglie piΓΉ antiche di Ficuzza tanti maschi hanno proprio quel profilo.
Salvatore Battaglia, che sull’argomento ha informazioni di prima mano che lo riguardano personalmente, potrebbe replicare a Giardina che se lui Γ¨ pronipote di re Ferdinando, altrettanto lo Γ¨ della signora che il re andava a trovare quando diceva alla moglie che usciva dalla reggia per una battuta di caccia. Da Mezzojuso, ombelico del mondo, il vostro querelato speciale NicolΓ² Sergio Gebbia.

Ti potrebbe interessare anche?