Nicolo Gebbia

Quando c’era lui, caro lei!

Roma, 15 marzo 2023, Palazzo del Quirinale.

Cara amica di penna,
ho tante cose da raccontarti.
Ti assicuro che il mio amore con Romano Floriani va d’incanto.
Lui è un toro come il bisnonno e lo abbiamo fatto dappertutto, qui a Palazzo, compresa la Torretta dell’Orologio.
La madre, poi, che chiamano la Ducessa, mi ha preso a ben volere e godo delle sue confidenze.
Sostiene che faremmo bellissimi bambini, dei romano-bostoniani perfetti.
Mi ha spiegato che sarebbe solo un ritorno al passato, perché il Duce e Franklin Delano Roosevelt erano grandi amici, un’amicizia dovuta alle premure del sindaco di New York Fiorello La Guardia.
Mi ha confidato anche che nella famosa borsa il carteggio più delicato non era quello con Churchill, ma proprio quello col nostro Presidente e quando arrivò nelle mani di Truman fu distrutto, purtroppo.
Se entrerò definitivamente nel cuore della Ducessa, lei mi ha promesso che parteciperò ad una delle sedute spiritiche in cui prende ordini da suo nonno, presente anche Papa Francesco.
Romano, da parte sua, si è lasciato sfuggire che è proprio il Papa l’artefice di questa Seconda Rivoluzione Fascista.
Quando lui capì che il Coronavirus rischiava di consegnare l’Italia nelle mani dei tedeschi, per prima cosa fece infettare il Papa Emerito, perché, sai, avere un tedesco così influente dentro il Vaticano, uno che da giovane aveva indossato l’uniforme della Luftwaffe, manovrando le mitragliatrici antiaeree che difendevano gli aeroporti, lo inquietava non poco, e quindi se ne è liberato con eleganza, perché quello altrimenti sarebbe arrivato tranquillamente a cent’anni d’età.
Poi -ha continuato a raccontarmi Romano- Papa Francesco ha organizzato una seduta spiritica straordinaria, e, con la raccomandazione di Jorge Videla, ha parlato direttamente col Duce.
I due si sono intesi subito, da quegli autocrati che sono sempre stati.
Mussolini se lo è arruffianato facendogli i complimenti per la riapertura delle chiese romane, e poi gli ha spiegato che il Padreterno, per quanto abbia simpatia per lui, che risale addirittura a quando da giovane, in Svizzera, lo sfidava a fulminarlo entro cinque minuti, non gli consentiva di reincarnarsi direttamente nei propri stivali, ma al massimo di guidare sua nipote Alessandra nella gestione dell’Italia.
L’ascesa al Quirinale è stata un capolavoro, degno di quello compiuto da Hitler quando vinse le elezioni.
Prima, con le due Camere riunite, ha ottenuto la riforma costituzionale che ha trasformato l’Italia in una Repubblica Presidenziale, e poi si è fatta eleggere.
Subito dopo si è occupata dei Carabinieri, perché il nonno le ha spiegato come fossero stati la sua spina nel fianco durante tutta la carriera, fino a quando non lo arrestarono per ordine del Re.
La riforma con cui aveva creato il Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza, convincendo tutti i carabinieri che facevano servizio presso le Procure a fare domanda per entrarvi, con uno stipendio raddoppiato, era stata una paraculata per evitare che fossero proprio loro ad occuparsi delle indagini per l’omicidio Matteotti, e nelle Colonie aveva fatto la stessa cosa, facendoli transitare, a partire dal padre di Emilio Fede, nella necostituita PAI (Polizia Africa Italiana), promuovendoli tutti di grado e sottraendoli così all’autorità della Corona.Tutti pannicelli caldi, che non risolsero il problema.
Ora invece Alessandra, con la scusa di razionalizzare ed economizzare, li ha riuniti in una unica istituzione, la POFICA. E non a caso, quelli più pericolosi, i FInanzieri, li ha messi in mezzo, fra POliziotti e CArabinieri.
Gli ha tolto anche le navi e le motovedette, transitandole nella Marina Militare.La paraculata più grossa, però, l’ha fatta con i massoni.
È stato un negoziato molto arduo, quasi come quello che portò al Concordato.
Però, alla fine, ce l’ha fatta, anche se il Papa non ne voleva sapere. Ora per loro c’è l’arresto in flagranza ed il confino a Carbonia. Come premio di consolazione ha lasciato al Papa l’Opus Dei, minacciandolo però che appena tentano qualche colpo basso, fotte la Chiesa facendole pagare le tasse su tutte le sue proprietà.
Sono rimasti ancora dei problemi da risolvere, gli stessi che il Duce non seppe mai affrontare, perché davanti ai generali ed agli ammiragli era sempre intimidito, da quel caporal-maggiore dei bersaglieri che era stato.
Ma non si può avere tutto e subito.
Essere usciti dall’Europa e dalla NATO, sfruttando le porcherie che avevano inflitto agli italiani durante la Grande Epidemia, è stato già un capolavoro, e la lira, già un anno dopo la sua rinascita, è la moneta più solida del pianeta.Ti confido, però, la paraculata più grande che hanno in mente Papa e Duce (sempre per il tramite di sua nipote) per esorcizzare definitivamente il pericolo islamico: se ci riescono fonderanno la Repubblica col Vaticano, trasformando l’Italia in una teocrazia molto simile all’Arabia Saudita, dove se non sei musulmano non hai neanche diritto di voto. E per ottenere la cittadinanza, sarà necessario farsi cattolici. Cara amica di penna, non pensare che questo comporti una riduzione della laicità dello Stato, come verrebbe naturale pensare a noi wasp.
Qui in Italia sono molto disinvolti, ed anche i gay, purché prendano moglie, possono continuare tranquillamente nelle loro abitudini sodomitiche, anzi, nei posti di responsabilità sono i preferiti. Il prossimo step sarà quello di rendere ereditario il ruolo di chi governa dal Quirinale, ma sono convinta che ci riusciranno. Capisci quindi quanto il mio amore per Romano sia diventato inossidabile, con la prospettiva di farmi sposare da lui. Mi ha spiegato che appena la mamma gli cederà il potere evochera’ in una seduta spiritica il suo prozio Marcello Floriani, generale dei carristi medaglia d’oro a Tobruk, e si farà guidare da lui per mettere al loro posto tutti i gerarchetti militari con i quali prima il bisnonno ed ora sua madre restano troppo timidi.
Ora però devo interrompermi, perché Romano ne ha voglia ed io non posso dirgli di no.Il resto te lo racconto nella mia prossima lettera.
Ti potrebbe interessare anche?