Nicolo Gebbia

Cediamo la Sicilia alla Francia. In cambio ci faremo restituire Nizza e Savoia

Cari miei 25 lettori, lasciatemi sognare un po’. Perché i francesi dovrebbero accettare, vi chiederete subito? Perché loro sono grandi, grandissimi, anzi grandiosi. Loro porterebbero la Sicilia finalmente in Europa, loro sgominerebbero la mafia, loro, come è loro costume, trasformerebbero l’isola in territorio metropolitano francese, altro che autonomia regionale!

Palazzo d’Orleans ( francesissimo fin dalla nascita) invece che sede del governo siciliano, potrebbe diventare sede del governatore mandato da Parigi, e la nostra spendacciona Maria Antonietta, cioè l’assemblea regionale di Palazzo dei Normanni ( francesi anche loro, riflettete) potrebbe diventare una sede periferica della Sorbona, sfruttando anche la naturale propensione dei siciliani per gli studi accademici.

Leoluca Orlando resterà deluso, la sua Alma Mater è Heidelberg, e lui preferirebbe diventare tedesco, ma truffare la Merkel mi sembra molto più improbabile che fare il gioco delle tre carte con quel coglioncino presuntuoso di Macron.

Al quale do una dritta ulteriore: il suo progetto di ripristinare il servizio militare obbligatorio, che a Parigi trova tanti ostacoli, potrebbe essere attuato sperimentalmente per primo proprio in Sicilia. I giovani isolani sarebbero orgogliosi di diventare, sotto la guida dell’immortale Regis Debray, le nuove guardie rosse del 21 secolo: come quelli agitavano il libretto rosso di Mao in piazza Tien An Men, questi sono abituati ad agitare le loro agende dello stesso colore in piazza Politeama, e sarebbero felici di impugnare il fucile per una Repubblique che portasse a processo sommario i miei colleghi carabinieri e poliziotti felloni, responsabili dell’uccisione di Falcone e Borsellino.

Per la loro esecuzione capitale sono indeciso: un bel linciaggio, impiccandoli ai rami dell’albero Falcone mi sembra l’opzione più suggestiva, tuttavia una ghigliottina montata nel cortile dell’aula bunker è più in linea con l’appena conquistata cittadinanza francese.

E subito dopo tutti al mare! Non mi avete capito, non a fare il bagno a Mondello, ma nel mare di Sicilia, a bordo delle onlus-ships, a salvare vite umane, restituendo almeno ai siciliani quella dignità che Salvini ha tolto al resto degli italiani.

Poscritto: l’aereoporto dovrebbe cambiare nome: Falcone’ e Borsellino’ alla francese è impronunciabile, propongo Le Macro’( che se i francesi dovessero vendere l’isola agli americani potrebbe diventare Pimp international Airport). 

Ti potrebbe interessare anche?