Un popolo che elegge corrotti, impostori, ladri, traditori, non è vittima, è complice.

- George Orwell
Rimani Aggiornato
Dona a Themis & Metis

Il significato del nome Themis & Metis

Themis è una delle più antiche dee della giustizia in Grecia. Il suo nome significa “l’irremovibile” e veniva invocato a protezione dei giuramenti e a suggello della loro serietà. Essa è la personificazione della Giustizia intesa come governatrice dell’ordine che si esprime non solo nel diritto ma anche nel procedere naturale delle cose. [...]

Continua

Falcone e Borsellino Morti Una Volta Vivi per Sempre

“Gli opuscoli sul tema della legalità' proposti dalla Themis & Metis sono destinati alla presentazione e all'approfondimento delle esperienze professionali e umane dei protagonisti della lotta alla criminalità. [...]

Continua

La Cultura della Mediazione Come Prevenzione di Bullismo e Violenza

Il progetto - nato dalla Convenzione stipulata tra l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, l’associazione Gemme Sezione italiana, si propone di far fare esperienza diretta della cultura della mediazione ai ragazzi così da prevenire gli odiosi episodi di bullismo, nonché quelli altrettanto deprecabili della violenza di genere. [...]

Continua

Difesa dei Diritti Civili

La Giustizia, naturale premessa della vita associata, si fonda principalmente sulle libertà fondamentali (di pensiero e di espressione, di coscienza, di riunione, di proprietà, ecc).

Di conseguenza, l’esercizio concreto di queste libertà e dei relativi diritti, si configura come il principale indicatore sociale della presenza di uno Stato Giusto.

Non sempre questo avviene fluidamente. [...]

Continua
Condividi Themis & Metis

Stragi: Fiammetta Borsellino ostacolata ad un passo dalla verità

Poco prima di Natale Fiammetta Borsellino, figlia di Paolo e di Agnese Piraino Leto, ha incontrato nello stesso giorno Giuseppe Graviano, il capofamiglia di Brancaccio, ed il fratello Filippo, entrambi ris...

Continua la lettura...

Skiripal è guarito, Lazzaro è risorto

I miei 25 lettori ricorderanno la lettera aperta che mandai qualche settimana fa a DiMaio e Salvini, e quella subito successiva da me inoltrata al presidente Mattarella. Al centro la fake news relativa all...

Continua la lettura...

Un Generale dei carabinieri ambasciatore ad Istambul

Qualche mese fa è andato in pensione un mio collega che è l’unico italiano a potere accampare un legittimo diritto di successione per il trono di Costantinopoli, cui ambisce per altra via, quella elettiva,...

Continua la lettura...

Operazione double-face Mai titolo fu più appropriato

Un tempo adoravo quei soprabiti che se indossati da un lato apparivano come lo spolverino di tweed di Sharlock Holmes, ma bastava rivoltarli e sembravano l’impermeabile del tenente Colombo. Questa volta ci...

Continua la lettura...

Accadde oggi: 14 maggio 1964, a Corleone viene arrestato il latitante Luciano Liggio

Giovedi 14 maggio 1964. Luciano Liggio è latitante da 16 anni. Corleone, giovedì 14 maggio 1964 ore 8,00 del mattino al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Corleone, diretto dal Commissario Capo dot...

Continua la lettura...

Berlusconi come Churchill?

Cari i miei 25 lettori,i latini dicevano spesso exempla claudicant. E quindi perdonerete in anticipo la zoppia di questa allegoria. Per intanto vi confido che dopo Hitler e Stalin, e prima di F.D. Roosev...

Continua la lettura...
Vai al Blog